Segnala su Facebook
Condividi su Facebook
Segnala su Twitter

Google Più Uno
Home Salottino Letterario

Salottino Letterario

Tutti gli Autori



Cibele - poesia di Elisabetta Mattioli

 

Cibele

di Elisabetta Mattioli

 

Il sole
ha spezzato
la sua cima
e trasferito
in un angolo nascosto
l'occhio di Cibele
fondendo
assieme al blu
il tuo animo distratto

Leggi tutto...
 
Jason - racconto di Elisabetta Mattioli

 

Jason

di Elisabetta Mattioli

 

Jason si alzava ogni mattina, con lo sguardo perso nel vuoto, incrociava le gambe, rimanendo seduto sopra al letto per pochi e interminabili minuti. Solo dopo essere trascorso quel prezioso tempo per la sua anima, sgranchiva il corpo, uscendo dalla camera. L’uomo era solito vestirsi in fretta, non faceva colazione, al contrario indossava subito il completo grigio e preparava la sacca, nella quale metteva l’attrezzatura per il kite. Una volta salito in auto, raggiungeva la spiaggia di Jandia, giunto a destinazione, entrava nella piccola capanna, abbandonata dai pescatori e indossava la muta nera. A quel punto apriva lo zaino, tirando fuori la tavola colorata, oltre all’aquilone rosso con disegni gialli e infine si dirigeva a passo lento verso la spiaggia. Le sue orme diventavano sempre più profonde, man mano aumentava la vicinanza alla riva.

Leggi tutto...
 
Una bambina come tante - poesia di Elisabetta Mattioli

 

Una bambina come tante

di Elisabetta Mattioli

 

Il sogno ha aperto le sue ali
e trasmesso dentro al corpo
un'immagine vecchia, antica
che credevo persa in un gioco
di bambina inquieta e allegra
che si perse molto felice
in mezzo a codici, leggi, formule
per ritrovare nella primavera
l'antico sogno fanciullesco
portandolo in questo millennio distratto

Leggi tutto...
 
Il pappagallo e la morte - favola di Elisabetta Mattioli

 

Il pappagallo e la morte

di Elisabetta Mattioli

 

La “Nera Signora“, come la chiamavano gli esseri umani, era triste, stava ogni giorno chiusa nella sua grotta, situata in mezzo alla giungla e attendeva l’arrivo delle anime provenienti da ogni angolo remoto del mondo. In verità era una bella donna, che amava cambiarsi il vestito ogni giorno alternando sempre i colori, avrebbe voluto scegliere il modello dell’abito, purtroppo non l’era stato concesso, in compenso poteva variare il ricamo in base all’umore, che era sempre cupo.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 18

Accedendo all'area
riservata è possibile
inserire un evento
in calendario.
Accedi

Chi è online
 50 visitatori online