Segnala su Facebook
Condividi su Facebook
Segnala su Twitter

Google Più Uno
Home I Consigli del Vetrinista Vetrine, che passione!
Vetrine, che passione! | Stampa |  E-mail

La vetrina è uno spazio pubblicitario a disposizione del commerciante per pubblicizzare i prodotti, trasmettere messaggi di vendita, esprimere simpatia ed interesse.

La vetrina è il biglietto da visita di un negozio e non va trascurato.

Il vetrinista ha il compito di mettere in risalto uno o più prodotti utilizzando le sue capacità e il suo stile per soddisfare al meglio la richiesta del cliente.

Il compito del vetrinista è quello di catturare lo sguardo anche del passante più distratto e la sua abilità è quella di lavorare sulla memorizzazione dell’immagine. L’occhio osserva e trasmette al cervello, il quale seleziona e trasmette le immagini, memorizza e scatta l’impulso all’acquisto.

Il vetrinista deve saper strutturare gli spazi interni e di vetrina, conoscere le tecniche espositive (rapporti tra forme e volumi nello spazio) e quelle d’illuminazione, gli effetti di colore, la grafica pubblicitaria, la progettazione di strutture per l’esposizione, la psicologia della comunicazione, e spesso avere anche nozioni di matematica e di geometria per poter ottimizzare l’uso degli spazi di vendita; deve essere al tempo stesso un po' stilista, falegname, elettricista, scenografo, cartellonista e persino psicologo: tutti aspetti necessari per una buona resa nella comunicazione visiva.Sono requisiti fondamentali il senso della comunicazione, la capacità organizzativa abbinata all’intuito, la creatività, il buon gusto e una certa predisposizione alle attività manuali. Altrettanto importanti sono la sensibilità nel cogliere e soprattutto nell’anticipare le tendenze del pubblico.

La vetrinistica è passione di creare ogni giorno allestimenti nuovi e diversi. E’ saper comunicare attivamente con il consumatore, accattivarsi il suo interesse, soddisfare i suoi desideri.

Il vetrinista, o visual merchandiser, ha il compito di mettere in scena i prodotti, di dare loro una vita in un universo ad essi dedicato, nel quale siano in grado di manifestare i propri valori e qualità. Attraverso l'allestimento di uno spazio e di un ambiente propizio alla comprensione del prodotto, i vetrinisti riescono ad ottenere che siano le merci stesse a proporsi al consumatore, a farsi vendere; tutto questo ha una grande importanza in un epoca in cui sempre più i centri commerciali ma anche i negozi adottano un metodo self-service, senza un commesso o un venditore.

Inoltre il vetrinista deve:

  1. Conoscere il design, l’analisi ambientale, la teoria del colore, lo spazio scenico, i corpi illuminati per produrre immagini espositive con valenza compositiva e scenografica
  2. Conoscere la comunicazione non verbale nella vendita e la teoria della forma per realizzare i suoi progetti coniugando creatività e tecnica
  3. Conoscere le caratteristiche dei prodotti aziendali per utilizzarli nell’esposizione

Avere capacità di:

  1. Esporre merci di vario genere in Vetrina per suscitare la curiosità e l’interesse delle persone, inducendole ad entrare all’interno del locale
  2. Applicare tecniche della comunicazione e decorazione per far nascere il desiderio di un approfondimento che è possibile effettuare semplicemente varcando la soglia del punto vendita.

Autore: Barbara Mello - Vetrinista diplomata A.N.V.I.

 

[ scheda autore ]

Ricerca personalizzata

 

 

Accedendo all'area
riservata è possibile
inserire un evento
in calendario.
Accedi

Chi è online
 103 visitatori online