Segnala su Facebook
Condividi su Facebook
Segnala su Twitter

Google Più Uno
Home I Consigli del Vetrinista Il Mondo dei Bambini
Il Mondo dei Bambini | Stampa |  E-mail

 

Oltre alle tecniche, alle regole e all'equilibrio la vetrina deve emozionare e, nelle vetrine d'abbigliamento per bambini, non deve mancare il divertimento.

 

“Innanzi tutto, l'emozione! Soltanto dopo la comprensione.” Paul Gauguin

La vetrina è uno strumento commerciale ma per esserlo deve trasmette prima di tutto un'emozione e per questo mi piace paragonarla a un quadro.
Oltre alle tecniche, alle regole e all'equilibrio, prima di tutto la vetrina deve emozionare chi la realizza e di conseguenza chi la osserva.
Questo vale per qualsiasi merceologia, ma, per quanto riguarda le vetrine dell'abbigliamento per bambini, vorrei aggiugere che non deve mancare il divertimento.
E' per questo che per realizzare un allestimento con articoli da bambino bisogna immedesimarsi in questo fantastico e magico mondo da cui proveniamo tutti.
Non è certamente impresa facile ma ritovare quella sensibiltà artistica e creatività tipica dei bambini è fondamentale per poi trasmetterne l'entusiasmo e di conseguenza suscitare emozione.

Dopo questa importantissima premessa, vorrei approfondire alcuni temi a mio parere fondamentali sia in vetrina che negli spazi espositivi interni soprattutto in questo settore merceologico:
-il colore
-la dinamicità
-la scenografia

IL COLORE
Il colore è un aspetto importante ma a volte difficile da bilanciare in questo caso; i capi di abbigliamento per bambini sono solitamente molto colorati, motivo per cui bisogna essere molto cauti nella scelta degli sfondi e delle strutture scenografiche.
Meglio utilizzare un colore magari nelle sue diverse sfumature oppure al massimo due.
I colori possono essere i classici colori accesi per l'estate, freddi per l'inverno, tenui per la primavera e caldi per l'autunno oppure possono essere inconsueti per l'occasione ma che seguono la tendenza del momento.
In linea di massima, troppi colori e tonalità mescolate creano confusione; ben bilanciati invece attraggono l'occhio. Se i prodotti hanno colori accesi, per quanto riguarda lo sfondo e le decorazioni, questi devono avere o toni neutri oppure solo richiami di tali colori rimanendo in tono.

Vetrina Abbigliamento BambinoPer questa vetrina primaverile ad esempio ho utilizzato il verde e l'arancio per richiamare l'aspetto naturale delle piante e dei fiori, in linea con l'abbigliamento dai dettagli “green”.
Ho utilizzato dei wall stickers in rilievo sullo sfondo e ho decorato i tronchetti con disegni realizzati con stencil. Un altro elemento decorativo è la scaletta pitturata sempre in arancio e verde che contribuisce a dare la tipica forma piramidale all'esposizione e nello stesso tempo ho utilizzato per appoggiare i capi.

Interno Negozio Abbigliamento Bambino Per l'interno invece sono consigliabili colori di sfondo neutri, in modo che i capi dai colori accesi possano risaltare con netto distacco. Per l'esposizione di questi capi di abbigliamento new born ho riciclato in modo creativo e nello stesso tempo funzionale le seggioline tutte uguali e dello stesso colore in modo che possano adattarsi a qualsiasi colore e ai diversi modelli di indumenti.

LA DINAMICITA'
Altro aspetto importantissimo in questo caso è la dinamicità; il movimento infatti rispecchia proprio l'essere bambino e va riprodotto anche in vetrina attraverso scenografie giocose.
Ma come si riesce a trasmetterlo?
In vari modi...con manichini flessibili, con decorazioni appese, sfondi che rappresentano ad esempio farfalle, foglie che cadono, fiocchi di neve oppure elementi di gioco dinamico, tipo altalene, corde per saltare, skate...
In questo modo si rappresenteranno situazioni realistiche e allo stesso tempo daranno spazio alla fantasia del passante.

Vetrina Abbigliamento BambinoPer questa vetrina estiva ho realizzato delle altalene con corde e assi di legno che sono serviti da supporto per i manichini o per appoggiare direttamente i capi e ho aggiunto qualche elemento decorativo sempre inerente al gioco riprendendo i colori dell'abbigliamento esposto.

Vetrina Abbigliamento BambinoAnche all'interno del punto vendita è importante movimentare l'esposizione dei capi piegati. In questo caso ho inserito dei manichini flessibili, che oltre a dare movimento e armonia, permettono di poter vedere i capi indossati

LA SCENOGRAFIA
A completare gli aspetti di una bella presentazione fondamentale è la scenografia.
Gli elementi scenografici, come del resto avete già visto, servono per catturare l'attenzione ancor prima dei capi e inoltre permettono di esporre meno prodotti in modo da poterli valorizzare maggiormente.
E' importante che per ogni stagione o festività ci sia un filo conduttore sia in vetrina che all'interno, che non è solo legato a quel particolare momento ma che riguarda i colori, i materiali e il tema.
In questo specifico settore merceologico le idee possono essere inesauribili e mi ricollego alla parte iniziale dell'articolo ribadendo di doversi immedesimare in questa realtà.
Personalmente ho spaziato largamente sulle mie scelte scenografiche, da allestimenti “street” con murales e skates ad altri in cui ho utilizzato giocattoli vintage oppure semplicemente decorazioni in carta tipo origami o ancora ricreando ambientazioni naturali delle varie stagioni, ecc...

wall stickersIn questo caso ad esempio ho utilizzato dei wall stickers, una soluzione semplice ed economica ma di grande effetto. I sassi e le farfalle richiamano all'estate e quindi sono in sintonia con i prodotti esposti.
Se si prova a immaginare gli stessi costumi e le stesse scarpine semplicemente appoggiati su un piano con uno sfondo bianco sicuramente non sarebbero di grande attrattiva e passerebbero inosservati.

allestimento “back to school”Per questo allestimento “back to school” invece ho realizzato delle grosse matite con pali per staccionate e le ho rese funzionali all'interno trasformandole in mensole su cui fare l'esposizione dei capi piegati.

In conclusione...

“A volte le parole non bastano. E allora servono i colori. E le forme. E le emozioni.” Alessandro Baricco

 

 

Autore: Chiara Grippo - Vetrinista e Visual Merchandiser.

 

[ Scheda Autore ]

Ricerca personalizzata

 

 

Accedendo all'area
riservata è possibile
inserire un evento
in calendario.
Accedi

Chi è online
 25 visitatori online