Segnala su Facebook
Condividi su Facebook
Segnala su Twitter

Google Più Uno
Home Elisabetta Mattioli Jason - racconto di Elisabetta Mattioli
Jason - racconto di Elisabetta Mattioli

 

Jason

di Elisabetta Mattioli

 

Jason si alzava ogni mattina, con lo sguardo perso nel vuoto, incrociava le gambe, rimanendo seduto sopra al letto per pochi e interminabili minuti. Solo dopo essere trascorso quel prezioso tempo per la sua anima, sgranchiva il corpo, uscendo dalla camera. L’uomo era solito vestirsi in fretta, non faceva colazione, al contrario indossava subito il completo grigio e preparava la sacca, nella quale metteva l’attrezzatura per il kite. Una volta salito in auto, raggiungeva la spiaggia di Jandia, giunto a destinazione, entrava nella piccola capanna, abbandonata dai pescatori e indossava la muta nera. A quel punto apriva lo zaino, tirando fuori la tavola colorata, oltre all’aquilone rosso con disegni gialli e infine si dirigeva a passo lento verso la spiaggia. Le sue orme diventavano sempre più profonde, man mano aumentava la vicinanza alla riva.

Nel momento in cui metteva i piedi nell’acqua ancora fredda, l’uomo respirava a pieni polmoni, l’aria salmastra, incamerando in sé la forza necessaria per affrontare la sfida quotidiana. Jason iniziava a correre lungo la riva, tenendo stretto fra le mani la corda dell’aquilone, volendo trattenere il vento, essenziale per avere l’energia necessaria ad alzarsi da terra. Quando coglieva l’attimo, prendeva possesso con i piedi, della tavola e iniziava a solcare le onde, prendendo velocità a ogni minuto, fino a superare il piccolo scoglio in mezzo al mare, apparentemente incurante di lui. Jason amava avvicinarsi alla roccia, sfiorando il limite, un giorno riuscì perfino a toccare la sua nuda protuberanza, volendo diventarne il padrone, senza chiederle il parere. Un giorno lo scoglio si vestì con la tela rossa e il vecchio pescatore disse che il kitesurfer aveva donato al mare l’aquilone, senza che l’acqua gli avesse chiesto il permesso.

 

Elisabetta Mattioli

autrice dei libri "Nosy" Leonida Edizioni
e "Entropia Distratta" Aletti Editore

altre opere di Elisabetta Mattiolii su VsW

 

[ indietro ]

Ricerca personalizzata
 

Accedendo all'area
riservata è possibile
inserire un evento
in calendario.
Accedi

Chi è online
 104 visitatori online