Segnala su Facebook
Condividi su Facebook
Segnala su Twitter

Google Più Uno
Home Elisabetta Mattioli Ale il delfino coraggioso - storiella di Elisabetta Mattioli
Ale il delfino coraggioso - storiella di Elisabetta Mattioli

 

Ale il delfino coraggioso

di Elisabetta Mattioli

 

Ale non era un delfino come tutti gli altri, mentre i suoi amici giocavano sempre fra loro, oppure salivano in superficie a salutare gli umani, lui si dirigeva da solo verso la “zona proibita“ abitata dai terribili squali, non curante delle raccomandazioni fatte dalla mamma, che ogni volta tentava disperatamente di fermare l’irrequieto figlio. Purtroppo un brutto giorno il delfino s’imbatté contro Rick lo squalo bianco, non era come lui, al contrario aveva una bocca piena di denti aguzzi unita a un’aria parecchio aggressiva, e quando Ale si avvicinò al pesce, solo per scambiarci due parole, ricevette minacce oltre all’ordine perentorio a fuggire via da quel pezzo di mare. Fu allora che Ale propose allo squalo di fare una gara, se avesse perso lui Rick l’avrebbe cacciato via per l’eternità, in caso di una sua vittoria sarebbe tornato in quella parte di oceano tutte le volte che avrebbe voluto, assieme alla sua mamma e agli altri amici delfini.

Una volta ascoltate quelle parole, il presuntuoso squalo accettò la proposta di Ale, ben sicuro della vittoria, ed esaltato solo al pensiero di eliminare per sempre l’odiato antagonista. La giornata seguente fu organizzata la gara, ovviamente gli unici spettatori furono gli squali. Questo non scoraggiò il delfino, armato di tutto il suo proverbiale coraggio affrontò Rick. Nel momento in cui il pesce orata diede il via alla competizione, lo squalo iniziò subito a perdere secondi nei confronti di Ale e mosso da una furia indomabile, gli lanciò un sasso, con tutta la sua violenza, però il delfino riuscì a schivarlo, facendolo ricadere fra le pinne del presuntuoso e antipatico Rick e vincendo la gara sotto lo sguardo attonito di tutti gli spettatori presenti. Da quel giorno i delfini si recarono sempre nella “zona proibita“, ottenendo il rispetto e l’amicizia degli squali, compreso il presuntuoso Rick. Quest’ultimo capì che la forza non serviva a nulla, se non si univa all’intelligenza.

Elisabetta Mattioli

autrice dei libri "Nosy" Leonida Edizioni
e "Entropia Distratta" Aletti Editore

altre opere di Elisabetta Mattiolii su VsW

 

[ indietro ]

Ricerca personalizzata
 

Accedendo all'area
riservata è possibile
inserire un evento
in calendario.
Accedi

Chi è online
 103 visitatori online